You are here

Zucchino in Sicilia protagonista del mercato

News
21.07.2022

.

In Sicilia la Stagione Zucchino 2022 parte con grandi aspettative in un anno in cui l’efficienza produttiva e la qualità merceologica sono fattori ancora più importanti rispetto al recente passato: la produzione di zucchino siciliano, sia convenzionale sia biologica, svolge un ruolo sempre più da protagonista nell’ambito del mercato domestico e nei principali mercati d’esportazione.

Da sempre Syngenta affianca la filiera siciliana con programmi di Ricerca e Sviluppo dedicati ai diversi areali dell’isola e con un'ampia proposta varietale rinnovata, sia nella la tipologia a frutto verde sia in altre tipologie di potenziale interesse. Ci concentriamo su fattori chiave quali produttività, sanità di pianta, facilità di raccolta e qualità del frutto. La specializzazione colturale e l’importante superficie, superiore ai 2.500 ettari nella stagione 2021-2022 è legata alla tipologia verde in massima parte, ma sono in espansione  nicchie di varietà chiare o screziate” dichiara Giuseppe Circella, Product development Specialist Cucurbitacee di Syngenta Vegetable Seeds.

Ricerca Syngenta zucchino Sicilia

Il fatto che la produzione siciliana si concentri in gran parte da ottobre ad aprile-maggio rappresenta un grande vantaggio perché si colloca in un periodo in cui molti areali italiani non sono in grado di produrre. Tramontata la coltivazione nel pieno campo soprattutto per la forte pressione del virus, la Sicilia negli ultimi 10-15 anni si è sempre più specializzata nella coltivazione protetta. Le principali aree di coltivazione sono nell’ordine il Ragusano-Siracusano, l’Agrigentino e l’area di Marsala

L’anticipo delle produzioni autunnali protette con allargamento del periodo di fornitura nel tempo richiede innanzitutto varietà che si prestino all’impianto in tunnel in un periodo difficile dal lato climatico: già nel 2021 si è inserita in modo significativo KYRIOS, varietà precoce nell’entrare in produzione, sana e tollerante alle alte temperature. Gli impianti ottimali di KYRIOS, già nell’ultima decade di agosto e nel mese di settembre consentono di raccogliere frutti molto apprezzati sul mercato per forma slanciata, uniformità, conservabilità e colore lucido. La buona resistenza all’oidio e il portamento eretto ad internodi corti di KYRIOS consentono grande soddisfazione anche nella coltivazione biologica.

Per gli importanti impianti di ottobre-novembre-dicembre, da alcuni anni la varietà di riferimento sul mercato siciliano è senza ombra di dubbio LOGOS, affidabile agronomicamente per portamento di pianta, facilità di raccolta e produttività. LOGOS si fa molto apprezzare anche per qualità merceologica del frutto, sempre lucido, dalla colorazione uniforme e ottima conservabilità anche in caso di sbalzi termici e di ciclo prolungato di raccolta e coltivazione.

Novità molto interessante per gli impianti nel periodo freddo a giorno corto è HOMERO (CV8554), particolarmente adatto alla coltivazione in serra, dalla buona vigoria, rusticità e capacità di adattamento.