You are here

Share page with AddThis

In occasione del Mantova Food & Science Festival, Syngenta presenta in Italia The Good Growth Plan

News
23.09.2020

Per il 4° anno consecutivo, Syngenta, azienda leader a livello mondiale nell’agribusiness, si conferma partner del Mantova Food & Science Festival, che si terrà nel weekend dal 2 al 4 ottobre, per sostenere il ruolo fondamentale che ricerca e innovazione ricoprono nel futuro di un’agricoltura sempre più attenta alle esigenze ambientali e sociali.

Fin dalla sua nascita, il Festival ha mostrato una vocazione inclusiva, finalizzata al coinvolgimento e alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica sui grandi temi scientifici di attualità, con l’obiettivo di gettare semi utili alla crescita culturale del Paese. Proprio per questo, Syngenta lo ha scelto quale palcoscenico per lanciare in Italia, il nuovo Good Growth Plan, il rinnovato programma di sviluppo sostenibile che impegnerà l’azienda al raggiungimento di obiettivi concreti e ancora più sfidanti, volti a contribuire al contrasto dei cambiamenti climatici e della perdita della biodiversità, attraverso un’accelerazione della propria innovazione.

 

Venerdì 2 ottobre alle ore 14.30 presso il Palazzo della Ragione in Piazza delle Erbe, Syngenta presenterà i primi progetti italiani, che contribuiranno al piano globale e che saranno tra l’altro focalizzati su genetica, programmi di filiera e agricoltura digitale.  La presentazione sarà seguita da una tavola rotonda in cui Istituzioni politiche, mondo scientifico e rappresentanti della filiera agroalimentare, partendo dagli impegni assunti dall’azienda, si confronteranno sul tema dei residui negli alimenti e sugli errori interpretativi e comunicativi che spesso accompagnano un argomento così importante per l’intera filiera agroalimentare e per i consumatori.

“I cambiamenti climatici stanno modificando profondamente il nostro Pianeta”, afferma Riccardo Vannelli, Amministratore Delegato di Syngenta Italia. “Ovviamente, questo processo coinvolge da vicino l’agricoltura e la pone di fronte a sfide sempre più gravose. Il nostro ruolo da sempre è quello di aiutare gli agricoltori ad affrontare queste sfide e siamo convinti che il nuovo Good Growth Plan con la sua forte spinta all’innovazione possa dare loro un deciso supporto”. “Quando abbiamo lanciato per la prima volta The Good Growth Plan nel 2013 – ha continuato l’AD - avevamo grandi ambizioni, quella di migliorare la sostenibilità dell'agricoltura e della nostra attività. Fissammo quindi sei obiettivi sfidanti da raggiungere entro il 2020 e molti siamo riusciti a raggiungerli prima del dovuto e altri li abbiamo superati. Abbiamo imparato alcune lezioni molto importanti e queste hanno contribuito a fissare gli impegni che ci impegneremo a realizzare nei prossimi 5 anni”.

 

La presenza di Syngenta non si ferma qui.

Sabato 3 ottobre alle ore 11, infatti, l’azienda animerà Piazza Leon Battista Alberti con una speciale edizione di ScienzAperta, il format nato per favorire la creazione di una relazione diretta tra il mondo scientifico e tutti i suoi interlocutori, sottolineando l’importanza della corretta acquisizione e trasmissione di informazioni sui temi del rapporto tra agricoltura, cibo e innovazione. I protagonisti di questa edizione saranno i consumatori, al centro di un vero e proprio “quizzone” dedicato a sfatare miti e tabù legati al mondo dell’agricoltura, attraverso uno scambio con un panel di esperti del settore. L’evento ha un numero limitato di accessi e per partecipare sarà necessario registrarsi.

Per la prima volta a Mantova, inoltre, Syngenta accenderà i riflettori su un altro tema molto rilevante per il settore agricolo, quello dell’agricoltura sociale, attraverso le immagini della mostra “Valelapena. Storie di riscatto dal carcere d’Alba”, che racconta l’omonimo progetto di agricoltura sociale nato grazie alla collaborazione del Ministero della Giustizia, della Casa di Reclusione d’Alba, dell’Istituto “Umberto I” – Scuola Enologica di Alba, del Comune di Alba e di Syngenta. Obiettivo del progetto è contribuire alla riabilitazione sociale e professionale dei detenuti, fornendo loro le competenze e l’esperienza necessarie per imparare un lavoro e trovare impiego presso le aziende del territorio, una volta scontata la pena. La mostra, che è stata già esposta con grande successo di pubblico ad Alba, Roma e Milano, sarà gratuita per il pubblico durante tutto il week-end del Festival presso Palazzo della Ragione per raccontare ai visitatori - attraverso la bellezza degli scatti che la compongono - tutto il valore sociale, molto spesso sconosciuto o dimenticato, dell’agricoltura.

Inoltre, tra le molte attività che il lockdown ha impedito, anche la possibilità di andare a scuola. Ma è proprio per far fronte all’impossibilità di un’istruzione “canonica” che molti docenti si sono adoperati per utilizzare strumenti inusuali grazie ai quali continuare a insegnare le proprie materie: popolari e conosciutissimi, non era mai capitato che Assassin’s Creed e Minecraft fossero usati per spiegare storia e parlare di scienza. Sulla scia di questi esempi e nell’ottica di una didattica sempre più orientata alla tecnologia, il Food&Science Festival propone il webinar per docenti delle scuole secondarie di secondo grado  Basi di gamification: giochi e pratiche ludiche a favore dell’apprendimento, a cura di Matteo Uggeri e in collaborazione con Syngenta.

Come ormai consuetudine, infine, durante l’intero weekend del Festival, Syngenta tornerà a colorare le vie e le piazze della città di Mantova con una delle proprie varietà di stagione. Quest’anno il protagonista floreale dell’evento sarà il ciclamino bianco, uno dei fiori più amati in assoluto nel panorama florovivaistico per la sua semplicità ed eleganza.