You are here

Share page with AddThis

L'anello mancante nel tuo programma di difesa integrata

L'anello mancante nel tuo programma di difesa integrata

Il nuovo fungicida biologico di origine naturale

TAEGRO è il nuovo fungicida biologico di origine naturale a base di Bacillus amyloliquefaciens ceppo FZB24.

ll ceppo FZB24 lo differenzia in modo significativo, per caratteristiche ed impieghi, da altre soluzioni in commercio, grazie alla produzione di lipopeptidi e polichetidi “ceppospecifici”. Si tratta, infatti, di un microrganismo ubiquitario appartenente al regno dei batteri originariamente isolato dal suolo.

Ad ampio spettro di azione, TAEGRO è indicato per la protezione di vite e colture orticole da botrite, oidio, bremia e sclerotinia sia all’interno di programmi di difesa integrata sia in agricoltura biologica.

TAEGRO si applica per via fogliare in fase preventiva e, grazie alla sua formulazione e alle sue bassi dosi di impiego, è facile da usare e non imbratta la vegetazione.

La sua origine biologica e il ridotto intervallo di sicurezza rendono TAEGRO uno strumento particolarmente valido per ottimizzare i programmi di protezione integrata rivolti a produzioni di qualità, in linea con le richieste della filiera agroalimentare.

TAEGRO è efficace, sostenibile e sicuro per l’utilizzatore in quanto:

  • si integra nei programmi di difesa integrata
  • ha ridotte dosi d’impiego e facilità d’uso
  • ha un limitato intervallo di sicurezza: 4 ore
  • ha un favorevole profilo ecotossicologico

 

 

L'efficacia di TAEGRO: risultato di diversi meccanismi di azione

Competizione sulla superficie vegetale

Durante la fase vegetativa le cellule si moltiplicano e tendono a formare catene cellulari.
Questa è una caratteristica del tipo di batteri B. amyloliquefaciens ceppo FZB24 che giocano un ruolo importante nel rafforzare, sulla superficie vegetale, la competizione alla colonizzazione dei patogeni.

Competizione sulla superficie vegetale

Durante la fase vegetativa le cellule si moltiplicano e tendono a formare catene cellulari.
Questa è una caratteristica del tipo di batteri B. amyloliquefaciens ceppo FZB24 che giocano un ruolo importante nel rafforzare, sulla superficie vegetale, la competizione alla colonizzazione dei patogeni.

TAEGRO ostacola lo sviluppo dei patogeni competendo per la colonizzazione del substrato.

3 giorni dopo l’applicazione di TAEGRO su vite, sono state staccate una foglia non trattata e una trattata,poi è stato fatto un “calco” su di un disco Petri contenente un substrato di crescita universale (agar). Nella foto a destra è evidente come TAEGRO sia riuscito a colonizzare completamente la superficie, lasciando poco spazio e superficie per lo sviluppo di altri patogeni...

TAEGRO ostacola lo sviluppo dei patogeni competendo per la colonizzazione del substrato.

3 giorni dopo l’applicazione di TAEGRO su vite, sono state staccate una foglia non trattata e una trattata,poi è stato fatto un “calco” su di un disco Petri contenente un substrato di crescita universale (agar). Nella foto a destra è evidente come TAEGRO sia riuscito a colonizzare completamente la superficie, lasciando poco spazio e superficie per lo sviluppo di altri patogeni...

Rilascio di metaboliti con attività biocida

TAEGRO inibisce direttamente i patogeni tramite la produzione di oltre 15 sostanze ad azione biocida o fungistatica, prevalentemente Lipopeptidi e Polichetidi, specifici per il ceppo FZB24.

Rilascio di metaboliti con attività biocida

TAEGRO inibisce direttamente i patogeni tramite la produzione di oltre 15 sostanze ad azione biocida o fungistatica, prevalentemente Lipopeptidi e Polichetidi, specifici per il ceppo FZB24.

Attivazione delle difese naturali (S.A.R.)

TAEGRO stimola i meccanismi di autodifesa interna della pianta
3 giorni dopo l’applicazione su pomodoro: si è verificata la sovraespressione della proteina PR 2 (27 volte in più rispetto al non trattato) e PR 8 (23 volte in più rispetto al non trattato), entrambe conosciute come proteine coinvolte nei processi di resistenza a problematiche biotiche e abiotiche.

Attivazione delle difese naturali (S.A.R.)

TAEGRO stimola i meccanismi di autodifesa interna della pianta
3 giorni dopo l’applicazione su pomodoro: si è verificata la sovraespressione della proteina PR 2 (27 volte in più rispetto al non trattato) e PR 8 (23 volte in più rispetto al non trattato), entrambe conosciute come proteine coinvolte nei processi di resistenza a problematiche biotiche e abiotiche.

 

VUOI SAPERNE DI PIÙ?

SCARICA LA BROCHURE