You are here

Share page with AddThis

Linea mais Syngenta: l’evoluzione continua

Pubblicazioni
07.03.2014

Con un’offerta sempre più completa di ibridi, agrofarmaci e soluzioni integrate, Syngenta opera al fianco dei maiscoltori garantendo in ogni situazione produzioni d’eccellenza per qualità e quantità

L’innovazione tecnologica, portata dalla superiore genetica degli ibridi ARTESIAN, unita a linee di difesa capaci di proteggere al meglio la coltura fin dalla semina. 
Queste le proposte per la stagione 2014, nella quale i maiscoltori potranno contare come sempre sui frutti della continua evoluzione delle soluzioni Syngenta, tutte progettate per assicurare il massimo delle rese finali.

Dopo anni di continui successi in campo, le genetiche Syngenta si evolvono ulteriormente, offrendo ai maiscoltori una nuova famiglia di ibridi di mais dall’eccezionale stabilità produttiva. Frutto della ricerca Syngenta, gli ibridi ARTESIAN rivoluzionano infatti il concetto di resistenza allo stress idrico, offrendo sempre produzioni superiori, sia in condizioni di irrigazione non ottimale, sia di massima disponibilità di acqua. Ciò rende gli ibridi ARTESIAN la soluzione ideale per gli agricoltori che vogliano la certezza di raccogliere il massimo possibile in qualunque regime irriguo.
Grazie alla loro genetica superiore, gli ibridi ARTESIAN sono infatti in grado di sfruttare al meglio la risorsa idrica quando essa sia abbondante, offrendo produzioni che si posizionano ai vertici di categoria. Al contempo, la loro capacità di ottimizzare l’utilizzo dell’acqua permette agli ibridi ARTESIAN di mantenere in ogni caso livelli di produzione superiori rispetto ai migliori ibridi di riferimento anche quando la disponibilità idrica non si presenti ottimale.
Grazie all’eccezionale flessibilità degli ibridi ARTESIAN si supera quindi il concetto convenzionale di resistenza alla siccità, potendo contare su genetiche che tollerano bene le carenze idriche, restando però capaci di fornire elevate produzioni quando le condizioni climatiche divengano più favorevoli.

Nel 2014 sarà utilizzabile in campo il capostipite della Famiglia ARTESIAN, ovvero SY HYDRO, ibrido Classe 600 da 130 giorni di ciclo, caratterizzato da ottimo stay green e dalla duplice attitudine “granella-trinciato”. I principali punti di forza di SY HYDRO risiedono nelle elevate potenzialità produttive e nella stabilità di performance anche quando seminato in ambienti fra loro molto diversi. La pianta è infatti sana, vigorosa e resistente all’allettamento, mostrando una bassa inserzione della spiga e una risposta eccellente alla fornitura di acqua e nutrienti. Elevata appare la tolleranza agli stress idrici, grazie proprio alla genetica ARTESIAN. Chi semina SY HYDRO si assicura quindi raccolti di piena soddisfazione, minimizzando le perdite di produzione anche in caso di imprevedibili condizioni climatiche siccitose.

Dal seme alla spiga


La difesa della coltura è bene inizi fin dalla semina, applicando soluzioni capaci di proteggere le piantine dagli attacchi degli insetti terricoli, mentre contro Piralide e adulti di Diabrotica si dovranno poi utilizzare formulati dall’azione pronta e duratura, tali da scongiurare proliferazioni di insetti e micotossine. Fra queste due fasi sono le malerbe a rappresentare il pericolo maggiore per la coltura, sottraendo preziosi nutrimenti, acqua e luce solare. 
Ciascuno di questi fronti di difesa vede però schierati prodotti efficaci e moderni, grazie a un catalogo Syngenta fortemente vocato da sempre alla protezione del mais.
Fra i geoinsetticidi spicca FORCE, il quale rappresenta la solidità della tradizione, è formulato come granulare allo 0,5% di teflutrin e va applicato lungo il solco al momento della semina. L’ampio spettro d’azione di teflutrin, unito alla sua capacità di creare un corridoio fitosanitario nel terreno, assicura un’eccellente protezione alla coltura nelle sue prime fasi di sviluppo, permettendole di esprimere il massimo delle sue potenzialità genetiche.
Contro Piralide e adulti di Diabrotica la Linea mais Syngenta propone invece AMPLIGO e KARATE ZEON, grazie ai quali si può proteggere al meglio la coltura anche contro le infestazioni estive di fitofagi.

Malerbe controllate con un passaggio


Contro le malerbe LUMAX rimane il riferimento tecnico nei diserbi di pre-emergenza, grazie all’efficace e persistente azione di un graminicida come S-metolaclor e due dicotiledonicidi quali terbutilazina e mesotrione, il quale eccelle soprattutto nel controllo di infestanti difficili come Abutilon, Chenopodio e Solanum, pur controllando un ampio spettro di infestanti, incluse alcune graminacee. Applicato in pre-emergenza o in post-emergenza precoce, LUMAX è in grado di controllare efficacemente tutte le infestanti annuali tipiche del mais, assicurando la completa pulizia dei campi.