You are here

Share page with AddThis

Tecnologie sostenibili al servizio del mais

Prodotti
05.02.2018

Prosegue l’evoluzione della linea mais di Syngenta, sia con l’arrivo di nuovi ibridi altamente produttivi, sia con il consolidamento del portfolio prodotti per la difesa.

Dalla semina al raccolto, un lasso temporale di pochi mesi in cui l’attenzione alla coltura del mais può fare la differenza fra raccolti di piena soddisfazione oppure deludenti. Alte rese in qualità e quantità sono infatti quasi sempre possibili, a patto però di adottare ogni misura atta a fare esprimere alle piante il massimo del proprio potenziale genetico.   

Grazie infatti all’equilibrata integrazione di genetica, chimica e tecnologia, Syngenta è oggi in grado di offrire soluzioni complete ai maiscoltori, anche attraverso lo sviluppo di progetti dedicati per migliorare la competitività delle aziende agricole del nostro Paese. Una sintesi di tale impegno è offerta dal progetto Mais in Italy, nato con l’obiettivo di rilanciare la maiscoltura italiana diffondendo e promuovendo un nuovo modo di coltivare il mais, per unire produttività, efficienza e sostenibilità economica, sociale e ambientale.

In particolare, in funzione delle diverse destinazioni d’uso del mais, per la stagione di semina 2018 Syngenta propone soluzioni specifiche per gli allevamenti di bovini da latte e da carne, per il pastone di granella, nonché soluzioni per massimizzare le rese e salvaguardare la sanità della granella. A queste si affianca poi la soluzione Mais in Italy per promuovere l’uso sostenibile degli agrofarmaci.

Anche le tecnologie informatiche dell’Agricoltura 4.0 sono state messe a disposizione dei maiscoltori, grazie a Opti-Mais, un’innovativa applicazione che permette di gestire e programmare tutte le operazioni colturali, ottimizzando la gestione agronomica per massimizzare le rese riducendo i costi.

Offerta ampia, con qualche novità in più

Al centro, l’attenzione alla qualità del seme, fulcro essenziale per aprire la strada alle rese di più alto valore possibile. Un obiettivo raggiungibile solo tramite genetiche di alto potenziale produttivo, protette con agrofarmaci di comprovata efficacia. 

La gamma di agrofarmaci Syngenta si conferma ai vertici di mercato quanto a efficacia e affidabilità, a partire dalla messa a dimora del seme. Due sono infatti i concianti per la protezione della semente, ai quali si affiancano due geoinsetticidi atti alla difesa degli apparati radicali contro gli attacchi degli insetti terricoli, come Ferretti e Diabrotica. Le molteplici popolazioni di erbe infestanti trovano a contrastarle ben 12 differenti erbicidi, mentre sono quattro gli insetticidi fogliari contro piralide e adulti di Diabrotica e un fungicida fogliare per la protezione della coltura dalle patologie. Con una serie di benefici effetti anche sulla sua fisiologia e, quindi, sulle rese stesse.

Dal punto di vista della genetica vengono schierati 13 differenti ibridi di mais, i quali coprono le molteplici esigenze aziendali quanto a cicli, attitudini dell’ibrido e ridotta disponibilità idrica, condizione per la quale Syngenta ha appositamente sviluppato la famiglia di ibridi ARTESIAN capaci di rendere al meglio in condizioni normali, ma di proteggere al contempo le rese anche quando l’acqua si presenti fattore limitante. All’interno dell’offerta di genetiche Syngenta, nel 2018 spiccano le novità SY GLADIUS per un trinciato di qualità e SY TUSCANY adatto per granella, pastone e trinciato. Il primo è per cicli di 135 giorni, il secondo da 129. Nei 110 giorni spicca invece l’ingresso di SY KREON, per granella e trinciato.

Oltre a tali novità, i pilastri portanti del catalogo mais di Syngenta si confermano per trinciati SY HYDRO, e e SY VERDEMAX, soluzioni a quadruplice attitudine, prestandosi ottimamente anche alla produzione di biogas grazie all’elevata produttività e alla qualità dell’amido e della fibra. Sul fronte della granella si distinge SY ANTEX, ibrido con ciclo di 130 giorni vocato a fornire elevate produzioni di granella, assicurando al contempo ottime rese anche in termini di produzione di pastone per la quale si rivela particolarmente adatto grazie al suo alto contenuto in amido ad elevata digeribilità. Sempre nell’offerta granella si conferma SY BRABUS, ibrido con ciclo di 132 giorni e granella colorata e compatta, per coniugare produttività e sanità del raccolto e SY HELIUM, con ciclo di 125 giorni, capace di offrire alte rese in differenti condizioni di campo. Sempre sul fronte granella il catalogo propone SY JULLEN ed SY ZOAN, il primo leader quanto a sanità delle produzioni, il secondo per la grande tolleranza agli stress ambientali. Altri due campioni nelle Classi 400 e 300, ovvero SY SENKO ed NK COBALT. Il primo è una soluzione precoce, rustica e produttiva, mentre la seconda assicura maturazioni anticipate a bassi tassi di umidità alla raccolta.

Dal seme alla raccolta

Anche il portfolio agrofarmaci si rafforza nel 2018 con l’ingresso di Spandis®, diserbante selettivo per il post-emergenza del mais contenente nicosulfuron, prosulfuron e dicamba. Soluzione quindi ad ampio spettro, efficace anche contro numerose infestanti di tipo ruderale. Oltre alla novità SPANDIS®, la linea erbicidi di Syngenta continuerà poi a contare su numerosi punti di riferimento tecnici di consolidata affidabilità ed efficacia fra i prodotti di pre-emergenza, come LUMAX®, PRIMAGRAM® GOLD, DUAL® GOLD e CAMIX®. Nel segmento dei prodotti di post-emergenza si confermano invece i prodotti della Linea CALLISTO®, nella quale entra anche CALLISTO® PLUS a base di mesotrione e dicamba. A seguire, concorrono a completare l’offerta di Syngenta altre come ELUMIS®, GHIBLI® 240 OD, CALARIS®, CASPER® e MONDAK® 480 S, le cui combinazioni permettono di creare miscele ad ampio spettro atte a controllare una molteplicità di situazioni differenti.

A proteggere i semi e le plantule della coltura dagli attacchi dei fitofagi sono delegati in primis un geoinsetticida leader di mercato come FORCE® ULTRA e un formulato appositamente studiato per la concia, come FORCE® 20 CS, affiancato al conciante fungicida CELEST® XL. Contro piralide e adulti di Diabrotica, nel corso della stagione potranno poi essere impiegati prodotti ad aspersione fogliare come KARATE® ZEON e KARATE® ZEON 1.5, a base di lambda-cialotrina, nonché AMPLIGO®, autentico specialista per la piralide e regsitarto anche per il controllo della diabrotica. Infine, per i maiscoltori che seguano disciplinari di agricoltura biologica è utilizzabile PRIMIAL WG, a base di Bacillus thuringiensis.

Fra i fungicidi continua a fornire risultati di eccellenza QUILT® XCEL, capace di andare oltre la difesa della coltura dai patogeni, conferendole uno spiccato effetto rinverdente e una marcata resistenza agli stress biotici e abiotici. A questo, nel 2018 si affiancherà VIBRANCE®, conciante a base di sedaxane ideale per la concia industriale delle sementi di mais.