You are here

Share page with AddThis

BION® 50 WG: riconfermata anche per il 2015 la registrazione temporanea per il contenimento della batteriosi del kiwi

Comunicato stampa
25.03.2015

E’ datato 9 marzo il decreto(1) che, anche per la campagna 2015, autorizza l’impiego di BION® 50 WG nella lotta contro il cancro batterico dell’actinidia (PSA) per un periodo di 120 giorni a partire dalla data del decreto.

E’ datato 9 marzo il decreto(1) che, anche per la campagna 2015, autorizza l’impiego di BION® 50 WG nella lotta contro il cancro batterico dell’actinidia (PSA) per un periodo di 120 giorni a partire dalla data del decreto

La richiesta di registrazione temporanea di BION® 50 WG è stata supportata dalle Organizzazioni di Produttori e i Servizi Fitosanitari di diverse regioni, dal momento che la "batteriosi del kiwi," o Pseudomonas syringae  pv. actinidiae (PSA), è una malattia che mina le produzioni per gravità dei danni e per scarsità di mezzi tecnici di difesa in campo e la soluzione di Syngenta si sta rivelando anno dopo anno un prezioso alleato.

 

L’impiego di BION® 50 WG  è consentito dal 9 marzo al 7 luglio 2015.

A base di acibenzolar-S-metile, BION® 50 WG è un attivatore delle difese naturali delle piante, formulato in granuli idrodisperdibili. 
Il prodotto è già da tempo impiegato nel contenimento delle batteriosi del nocciolo, del pesco e del pomodoro, come pure viene impiegato per contenere le proliferazioni di Erwinia amylovora,  agente del "fuoco batterico" del pero e del melo.

BION® 50 WG mostra una differente modalità d'azione rispetto ai prodotti attualmente usati contro la PSA, come per esempio i formulati rameici e microbiologici, oltre ad avere una elevata mobilità all'interno dei tessuti vegetali. La sua sostanza attiva agisce infatti attivando i sistemi naturali di difesa delle piante rendendole più resistenti alla penetrazione e alla diffusione del patogeno. 
Per queste ragioni BION® 50 WG deve essere utilizzato preventivamente e va visto come un utile strumento da integrare con gli attuali accorgimenti agronomici per il contenimento della malattia promossi dai Servizi Fitosanitari e dalle strutture tecniche.

Nelle sperimentazioni di campo e di laboratorio su PSA, BION® 50 WG continua a mostrare buoni risultati che gli sono valsi anche per quest’anno la registrazione temporanea per usi d’emergenza fitosanitaria.
E’ tuttora in atto da parte di Syngenta un piano di sperimentazione per ottenere la registrazione definitiva.

Raccomandazioni di impiego:


BION® 50 WG va impiegato tramite applicazioni fogliari alla dose di 200 g/ha cadenzando i trattamenti ogni 21 giorni. Alternativamente è possibile effettuare trattamenti ad intervallo ridotto (14 giorni) diminuendo il dosaggio a 100-150 g/ha.
In caso di applicazione su impianti giovani si raccomanda di diminuire il dosaggio adeguandolo alle dimensioni delle piante.
L'epoca ottimale d’impiego è compresa tra la fase di prime foglie distese a quella di formazione dei frutticini, indicativamente fino alla prima metà di giugno. 
La registrazione di emergenza prevede un numero massimo di 6 interventi nel rispetto dell’intervallo di sicurezza di 90 giorni.

---------------------------------------
(1) Registrazione di emergenza fitosanitaria ai sensi dell’art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009