You are here

Share page with AddThis

Risultati annuali 2018

Comunicato stampa
15.02.2019

 

  • Vendite a 13,5 miliardi di $: cresciute del 7% rispetto al 2017 (12,6 miliardi di $), crescita del 9% considerando le dismissioni del business barbabietola da zucchero e le cessioni antitrust imposte in Crop Protection
  • Le vendite nel settore Crop Protection hanno registrato un aumento del 7%, che arriva all’8% se si escludono le cessioni
  • Le vendite nelle Sementi sono aumentano del 6%, del 10% escludendo la dismissione della barbabietola da zucchero
  • Le vendite nel settore Flowers sono aumentate del 7%
  • Gli incrementi di produttività hanno compensato gli aumenti delle materie prime e del prezzo del petrolio
  • Margine EBITDA a 2,6 miliardi di $: in linea rispetto al 2017 rettificato per il contenzioso statunitense, aumentato del 4 per cento escludendo le cessioni
  • Free cash flow prima delle acquisizioni, degli impegni economici derivanti dall’acquisizione da parte di ChemChina e degli accordi per le controversie negli Stati Uniti a 1,76 miliardi di $ (nel 2017 erano state 1,68 miliardi di $)

 

 

Erik Fyrwald, CEO, ha dichiarato:

"La società ha registrato una solida crescita delle vendite pari al 9% rispetto al 2017, in un anno impegnativo in cui condizioni climatiche avverse, difficoltà valutarie e di fornitura  hanno comportato notevoli difficoltà operative. È un buon risultato mantenere la redditività e registrare un free cash flow di $ 1,76 miliardi. La nostra forte attenzione ai clienti, la maggiore innovazione e il costante impegno per il miglioramento della produttività hanno consentito una crescita a ogni livello solida e di qualità.

Le performance del nostro business Seeds continuano a migliorare e nel frattempo l'integrazione delle attività di Nidera™ e Abbott & Cobb™ sta proseguendo con buoni risultati. L'acquisizione di FarmShots™ e Strider® ha migliorato la nostra capacità e potenzialità nell’ambito dell’agricoltura digitale. La redditività degli agricoltori continua a ridursi in molti Paesi e la sempre maggiore pressione legislativa in Europa sta impattando negativamente sulla loro possibilità di accesso alle nuove tecnologie. Siamo consapevoli che le condizioni di mercato resteranno sfidanti nel 2019 e le difficoltà economiche delle imprese agricole continueranno a pesare sulla crescita del settore, che molto probabilmente rimarrà a una cifra.

Continueremo ad aumentare la produttività e a focalizzarci sul dare supporto ai nostri clienti attraverso tecnologie e servizi che rispondano i loro bisogni di crescita. In questo contesto, siamo certi che il percorso di solida crescita tracciato potrà essere portato avanti”.