You are here

Mainspring®: la soluzione insetticida per la difesa delle colture floreali e ornamentali

Syngenta per il florovivaismo
06.09.2022

Grazie alle applicazioni primaverili e di fine estate è possibile controllare Frankliniella occidentalis, il tripide delle colture ornamentali e floreali, scongiurando i danni diretti causati dall’insetto e dai virus da esso trasmessi

Formulato come granulare di eccellente qualità al 40% di sostanza attiva, Mainspring® è un insetticida translaminare a base di cyantraniliprole, appartenente alla nuova famiglia chimica delle diammidi e capace di esercitare sui parassiti target un’efficace azione sia ovo-larvicida, sia larvicida a tutto vantaggio anche delle strategie anti-resistenza. Grazie alla sua duplice valenza insetticida, Mainspring® è quindi la soluzione ideale per il controllo di molteplici fitofagi e fitomizi. Nell’ampia etichetta del prodotto risultano infatti insetti ad apparato boccale pungente succhiante, come Frankliniella occidentalis, ma anche masticatore, come gli stadi larvali di Chrysodeixis chalcites, Spodoptera exigua, Duponchelia fovealis e Liriomyza trifolii, quest’ultimo minatore fogliare. Tutti questi parassiti risultano particolarmente dannosi su numerose colture floreali e ornamentali, incluse quelle adibite alla produzione di materiale propagativo, anche da seme, nonché per le pratiche di ibridazione. Su di essi Mainspring® agisce principalmente per ingestione, esercitando al contempo un’azione complementare mediante assorbimento attraverso la cuticola. Al contempo, tali modalità d’azione contribuiscono a minimizzare i rischi per gli insetti pronubi, assicurando sulla coltura una persistenza compresa fra 7 e 14 giorni. Spiccata infine la sua azione “anti-feeding”, con gli insetti trattati che a seguito della paralisi, indotta da cyantraniliprole, cessano immediatamente di nutrirsi e quindi di arrecare danni alla coltura, anche se la morte effettiva sopraggiunge nel volgere di alcuni giorni. Tale effetto “anti-feeding” è particolarmente importante nel controllo di insetti ad apparato pungente e succhiante come i tripidi, nella fattispecie di Frankliniella occidentalis. Infatti, questi insetti possono arrecare danni diretti alle colture tramite le punture per la nutrizione e per l’ovideposizione, come pure danni indiretti dovuti alla trasmissione di virosi. Per tali motivi il trattamento con Mainspring® va quindi posizionato tempestivamente alla comparsa delle forme giovanili, bloccandone da subito la proliferazione sulle colture.

Il ciclo di Frankliniella occidentalis

Fra le più temute avversità per i vivaisti, il Tripide occidentale dei fiori presenta un ciclo suddiviso in sei stadi. Dalle uova emergono le neanidi di prima età, le quali evolvono successivamente in neanidi di seconda età per poi avviarsi allo stadio di pre-ninfa, in cui cessa ogni attività trofica, giungendo infine allo stadio ninfale dal quale poi origineranno i nuovi adulti. Questi deporranno nuove uova su foglie e fiori, e in misura minore anche sui giovani steli non lignificati. In ambienti caldi, come quelli tipici delle colture protette, Frankliniella occidentalis inizia la propria attività tra fine inverno e inizio primavera, proseguendo poi fino all'autunno inoltrato con 6 –7 o più generazioni, spesso sovrapposte fra loro. Le condizioni di temperatura delle serre, mediamente intorno ai 25 °C, permettono infatti all’insetto di completare il proprio ciclo biologico in appena 13-16 giorni, lasso temporale che aumenta sino a circa 26-27 giorni se le temperature stazionano intorno ai 18 °C. Un primo danno alle colture deriva proprio dall’ovideposizione, dal momento che i tripidi inseriscono le uova nei tessuti vegetali tramite un ovopositore, causa di lesioni sensibili nel punto di penetrazione. Infine, al termine del ciclo di sviluppo e di alimentazione epigeo, espletata questa a danno delle piante, le neanidi di seconda età si muovono verso il terreno ove raggiungono lo stadio di prepupa e, successivamente, di pupa. Il ciclo si conclude con la comparsa degli adulti che, trasferendosi nuovamente sulla vegetazione, daranno origine a una nuova generazione.

Ciclo biologico tripide

 

Il controllo dei tripidi a fine estate

Grazie alla sua estrema flessibilità e praticità di impiego, contro i parassiti delle colture floreali e ornamentali, Mainspring® può essere applicato fino a quattro volte l’anno, avendo l’accortezza di operare due differenti blocchi di trattamenti: il primo ideale per controllare le primissime infestazioni primaverili di Frankliniella occidentalis; il secondo blocco trova invece la perfetta collocazione contro le infestazioni che si rinnovano tra fine estate e inizio autunno. I trattamenti di fine estate vanno effettuati alla dose di 10 grammi per ettolitro di acqua, intervallandoli a distanza di 7 giorni, completando in tal modo il controllo della popolazione di tripidi iniziato con le due applicazioni di Mainspring® effettuate in primavera seguite da un programma di trattamenti basato sull’alternanza di agrofarmaci a differente meccanismo d’azione. In primavera la gestione della difesa potrà avvantaggiarsi di una minore presenza di Frankliniella occidentalis dovuta ai due trattamenti di settembre-ottobre. Tale strategia di intervento consente quindi di minimizzare il grado di infestazione, preservando al meglio le colture in atto, anche grazie alla perfetta selettività del prodotto.

 

In considerazione dell’esistenza di numerose nuove varietà delle diverse specie di piante floreali e ornamentali in vaso, è consigliabile effettuare saggi preliminari su un numero limitato di piante, prima di estendere il trattamento ad aree più vaste.

Average: 3.5 (2 votes)