You are here

Share page with AddThis

Adattamento dell’applicazione al volume della coltura da irrorare

(Crop o Canopy Adapted Spraying)  


Ogni agrofarmaco riporta in etichetta una determinata dose di applicazione. La definizione del dosaggio di impiego è il risultato complessivo di numerose valutazioni sperimentali sul prodotto in diversi contesti colturali.

Per determinate colture quali fruttiferi e vite, soprattutto nelle fasi vegetative iniziali, esiste ed è consolidata la possibilità di una correzione dei dosaggi riportati in etichetta, senza il rischio di diminuzione di efficacia biologica. Se prendiamo esempio dalla farmacopea umana, i dosaggi di molti farmaci sono variabili in funzione del peso corporeo del soggetto: solitamente la dose consigliata per un bambino è più bassa rispetto a quella per un adulto.

Su questa logica si sono sviluppate tecniche per variare la quantità di prodotto somministrato alla coltura in funzione della massa vegetativa da proteggere dai parassiti.

Metodi per l’adattamento del dosaggio


Tra i metodi più utilizzati, uno dei più diffusi è sicuramente il C.A.S (Canopy o Crop Adapted Spraying) che si basa sulla determinazione volumetrica della chioma tramite il calcolo del T.R.V (Tree Row Volume) determinabile con semplici misurazioni in campo.

Il metodo è diffuso in molti paesi e da tempo Syngenta ha sviluppato procedure sperimentali atte a validare, su varie casistiche, la validità del metodo nel singolo contesto, contando su un database che raccoglie dati acquisiti in oltre 20 anni di attività. Syngenta, inoltre, da tempo si occupa di divulgare tale metodologia con progetti specifici in collaborazione con Cantine, Cooperative frutticole, Enti pubblici ed Universitari, ecc. riscontrando ampio supporto da parte dei tecnici e delle Istituzioni locali.

Il sistema se correttamente applicato, diminuisce drasticamente gli eventuali sprechi e permette più corretti apporti di prodotto; su questi presupposti il metodo è considerato un ottimo strumento di mitigazione dell’impatto degli agrofarmaci su ambiente ed operatore.

Requisiti per potere applicare correttamente il metodo C.A.S.


  • Attrezzatura adeguata, calibrata ed in perfetta efficienza.
  • Forme di allevamento in parete della chioma con volumi non eccessivi e ben gestiti agronomicamente
  • Entità del deposito sulla vegetazione ottimale e controllato
  • Impiego di prodotti agrofarmaci di comprovata efficacia ed ad elevata qualità di formulazione