You are here

Share page with AddThis

Centro per la sperimentazione e valorizzazione delle colture mediterranee – Foggia

In Puglia sono presenti tutte le principali colture del bacino del Mediterraneo. Le più importanti coltivazioni erbacee sono rappresentate da grano duro e altri cereali, pomodoro e numerose colture orticole, mentre tra le arboree più significative si segnalano olivo, vite, ciliegio e mandorlo. Questa regione rappresenta quindi un luogo ideale per la ricerca e il supporto tecnico.

Nella stazione Sperimentale di Foggia vengono annualmente effettuate sulle colture menzionate oltre 80 prove sperimentali.

 

Attività della stazione sperimentale


  • Screening di molecole nei primi stadi
  • Screening varietali di Brassicace (Cavolo Cappuccio, Cavolo Broccolo e Cavolfiore),  Peperone, Spinacio, etc.
  • Valutazioni biologiche e analisi residui
  • Ricerca di nuove metodologie sperimentali
  • Valutazione metodologie per studi fitopatologici
  • Verifica potenzialità nuove soluzioni colturali
  • Corsi di aggiornamento tecnico
  • Analisi di laboratorio a supporto degli agricoltori
  • Assistenza tecnica agli agricoltori

 

 

Collaborazioni


Il Centro sperimentale rappresenta un punto di incontro per la ricerca, sperimentazione e assistenza tecnica nel Sud Italia. Per questo collabora fattivamente con le principali istituzioni ed in particolare con:

  • Università di Bari
  • CNR di Bari
  • Istituto Sperimentale Cerealicoltura di Foggia
  • Università di Foggia
  • Università di Potenza
  • Osservatorio per le malattie delle piante di Bari
  • Osservatorio per le malattie delle piante di Pescara

 

Corsi di formazione


Presso il Centro si tengono corsi di formazione per tecnici, agricoltori ed operatori del settore agricolo con docenti di volta in volta scelti in base all’argomento; presso la struttura sono tenuti inoltre tirocini pre-laurea, di studenti di diverse Facoltà di Agraria.